TITOLO: BURLESQUE E DELITTI

AUTRICE: MARIEL SANDROLINI

EDIZIONI GOLEM

GENERE: GIALLO

PAGINE:232

ANNO: 2017

Un integerrimo direttore di banca sorpreso, con le mani nel sacco, durante un furto in pieno centro storico di Bologna. Attorno a questo improbabile sospettato, una lunga catena di delitti caratterizzati da un canarino di velour giallo lasciato sui cadaveri. Il commissario Marra, in forza alla questura cittadina, indaga portando alla luce un torbido intreccio fatto di criminalità organizzata e poteri forti, celati dietro alla misteriosa  “Confraternita”.

Questo libro, è il sesto episodio della serie che la simpaticissima autrice bolognese ha dedicato al commissario Marra.

Marra è un protagonista lontano anni luce dagli stereotipi della letteratura crime: un commissario credibile e perfettamente amalgamato con Bologna, la città in cui vive. Un uomo onesto e semplice che offre al lettore brandelli di quotidianità che affiorano tra le pagine che raccontano delle sue indagini:memorabili i suoi siparietti domestici con la compagna Clelia che forniscono al lettore una parentesi di leggerezza.

Il romanzo è ambientato in una Bologna realistica fino ai più piccoli dettagli e che diventa parte integrante della storia stessa. La quasi totalità dei luoghi citati esiste realmente e, spesso, non si tratta di location casuali. Una delle cifre stilistiche che caratterizzano l’opera di Mariel Sandrolini è infatti proprio quella di scegliere ambientazioni che evocano fatti di cronaca: nel caso di Burlesque e delitti, per esempio, il locale di Burlesque che funge da covo per la gang  criminale  si trova nel quartiere del Pilastro, tristemente noto perché teatro dell’omonima strage della banda della Uno bianca avvenuta nel 1991 ed in cui persero la vita tre giovani carabinieri.

La trama segue uno schema abbastanza classico. La prosa è scorrevole e la suspence viene mantenuta sino alla fine. La lettura è leggera e piacevole.

 

L’AUTRICE

 

Mariel Sandrolini ha iniziato a scrivere racconti e novelle per periodici femminili sin da giovanissima. Dopo una vita dedicata al lavoro e agli affetti familiari, si è dedicata di nuovo alla scrittura dopo il pensionamento.  Da allora ha pubblicato svariati romanzi, tra cui il fortunato Le scelte di Erica del 2010 e la serie dedicata al commissario Marra  (Edizioni Golem), giunta al sesto capitolo.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteKEEP CALM- CON LA PASSIFLORA!
Prossimo articoloRecensione del libro: MASTSLAVE
Mi chiamo Laura Piva ed ho una doppia vita: di giorno faccio la farmacista in paesino del modenese e di sera mi trasformo in una serial reader. Da qualche tempo, la mia passione per la letteratura gialla e noir si è tramutata in un secondo lavoro e ho iniziato a collaborare con molti scrittori italiani nell’organizzazione di serate ed eventi. Sono inoltre autrice di racconti noir. Nel 2018, ho vinto il festival Garfagnana in Giallo-Barga Noir (Sezione racconti inediti) con "Killing Hosni" , pubblicato nell'Antologia Criminale 2018 delle Edizioni Tralerighe.

1 commento

Comments are closed.