Autore: Jesper Stein
Editore: Marsilio
Pagine: 390
Genere: Thriller
Anno Pubblicazione: 2016

Copenhagen 2004. Il cadavere della diciottenne Marie Schmidt, detta Blackbird, viene ripescato dalle torbide acque del laghetto di Ørstedspark. L’ispettore Axel Steen viene completamente assorbito dall’indagine e finisce col distruggere il suo matrimonio. Anche  se il colpevole dell’omicidio non viene identificato, il caso continua a ossessionare il detective Steen negli anni successivi. Quattro anni dopo il delitto, tracce di Dna rinvenute su reperti provenienti da episodi di stupro riaprono le indagini portando alla luce una scioccante verità.

Bye Bye Blackbird , oltre ad essere il titolo di un celeberrimo pezzo di Chet Beker, è anche il secondo romanzo che vede protagonista l’ombroso poliziotto Axel Steen. Carattere irascibile, poco incline alla disciplina, logorato da un divorzio difficile, ipocondriaco e con uno strano modo di curare l’insonnia: questo è Axel Steen, paladino della giustizia con uno spiccato lato oscuro che lo trascina in una spirale autodistruttiva che fagocita i suoi affetti più cari. In questo romanzo, il protagonista deve misurarsi non solo con il criminale a cui dà la caccia, ma anche con l’uomo che gli ha portato via la moglie e che sembra essere l’esatto opposto di lui.

Un romanzo intenso, non banale, scritto in modo scorrevole e pieno di colpi di scena. C’è molta attenzione nella costruzione delle sfumature psicologiche dei personaggi che si disvelano poco a poco al lettore.  Tutto è molto realistico: la vicenda narrata, le modalità di azione e di interazione dei protagonisti, le dinamiche familiari raccontate, l’ambientazione. La città di Copenhagen  è descritta molto fedelmente nel libro e non si limita a essere solo uno sfondo statico: entra prepotentemente nella narrazione contaminandola con le atmosfere noir del quartiere multietnico e malfamato di Norrebro, con l’algida bellezza di Kongens Have, con la malinconia vintage di Nansengade.

    

Il romanzo strizza l’occhio anche a tematiche di attualità come la gestione giudiziaria del reato di stupro, la violenza sulle donne, le problematiche legate al divorzio e alla gestione dei figli.

In Danimarca è da poco uscito il quinto romanzo della serie. Attendiamo con ansia la traduzione dei prossimi volumi.

L’AUTORE

Jesper Stein (1965) vive nel quartiere di Nørrebro a Copenaghen. Giornalista d’inchiesta per molti anni e inviato di guerra, è oggi critico letterario e dal 2006 membro dell’Accademia danese del poliziesco. “Il tempo dell’inquietudine” è il suo primo poliziesco, giudicato in Danimarca tra i migliori esordi di genere di sempre.

Sul Blog Angolo della Strega è presente anche un reportage di viaggio nella Copenhagen di Jesper stein e di altri grandi scrittori danesi.

https://www.angolodellastrega.it/copenhagen-tra-le-righe-prima-parte/

https://www.angolodellastrega.it/copenhagen-tra-le-righe-seconda-e-ultim