Traduttore: B. Ferri
Editore: E/O
Collana: Tascabili e/o
Anno edizione:2000
Formato:Tascabile
Pagine:264
Fabio Montale è oramai un ex poliziotto. I tragici fatti che hanno travolto la sua vita e la sua coerenza morale non gli permettono di continuare, come se nulla fosse, a lavorare in polizia.
Suo malgrado, e senza più l’autorità per farlo, Fabio si trova a indagare su una questione molto delicata che riguarda la sua famiglia.  Nel tentativo di ritrovare Guitou, il figlio diciassettenne di sua cugina Gélou, apparentemente scappato con una ragazza araba, scoperchierà l’ennesimo vaso di Pandora, in una una città in cui immigrazione, politica e criminalità costituiscono da sempre una miscela  potenzialmente esplosiva.
MARSIGLIA
ISOLE DEL FRIOUL
CHATEAU D’IF
PANIER
Questo secondo capitolo della Trilogia di Marsiglia, pubblicato nel 1996, vede protagonista un Fabio Montale ancora più disincantato di quello apparso nel primo libro della serie (Casino Totale).  Qui, tornano alla luce i legami familiari e le radici di Montale e in particolare viene approfondito il personaggio della conturbante cugina Gèlou, che sembra aver rinnegato le sue origini.
LES GOUDES-dove vive Fabio Montale
Lo stile di Jean Claude Izzo, minimale e al contempo poetico, riesce sempre a toccare corde molto delicate.  Nonostante siano passati più di vent’anni dall’uscita del romanzo, la storia è sempre attualissima e il romanzo, grazie alla sua prosa fluida, si legge d’un fiato.  Come in Casino Totale, Fabio Montale accompagna il lettore in un viaggio alla scoperta dell’anima nera di Marsiglia, e lo fa filtrando il racconto con la sua sensualità, facendoci scoprire il fascino della città attraverso le donne che ama, ma anche attraverso i sapori e i profumi della cucina e dei vini del Sud della Francia.
LE CITE’S DI MARSIGLIA

La trilogia di Marsiglia, di cui Chourmo fa parte, è un must have per ogni amante del noir, perchè Jean-Claude Izzo rappresenta l’essenza stessa del Noir, e  perchè la sua scrittura dalla grande potenza evocativa, racconta storie che graffiano l’anima in modo indelebile.
L’AUTORE

Jean-Claude Izzo è nato nel 1945 a Marsiglia, dove è morto nel 2000, a soli 55 anni. Ha esercitato molti mestieri prima di conoscere un successo travolgente con la trilogia noir (Casino totale, Chourmo, Solea), con i romanzi Il sole dei morenti e Marinai perduti, la raccolta di racconti Vivere stanca e la raccolta di scritti inediti Aglio, menta e basilico, tutti pubblicati presso le Edizioni E/O.