Editore: Pelledoca Editore
Collana: NeroInchiostro
Anno edizione:2020
In commercio dal:29 gennaio 2020
Pagine:220 p., Brossura
Età di lettura: Da 13 anni

Vesna è un nome falso. Il nome scelto da Eva, 14 anni, per diventare una influencer da milioni di like. Doom Lad è il nickname di lui: significa “ragazzo del destino”. Ma lui non è ciò che dice di essere e il web è una ragnatela in cui cadono le ragazzine. Le loro immagini rubate viaggiano nel buio della rete. Giovanniboccaccio è il nome d’arte di un ispettore infiltrato nel dark web che cerca di salvare minorenni intrappolate nella ragnatela. Eva non sospetta nulla di quello che c’è dietro i messaggi, le chat e le immagini che scambia con Doom Lad. Prima le foto, poi i video e infine un appuntamento in hotel. E lì si ritrova sola quasi sul baratro. Eva parla con un unico amico, compagno di scuola perseguitato dai bulli. Lui le vuole bene e vorrebbe proteggerla, ma è confuso e forse anche un po’ ingenuo. Intanto l’ispettore serra sempre di più le maglie intorno al giro losco della rete.

Età di lettura: da 13 anni.

 

***

 

Ammetto candidamente di aver fatto piuttosto fatica a calarmi in questo microcosmo di adolescenti “social-addicted”,  che purtoppo non mi appartiene in nessun modo. Superato un primo – e intenso – momento di sconforto per l’argomento, devo dire che ho apprezzato molto il taglio che l’autrice ha dato alla storia di Eva, drammaticamente attuale e per questo particolarmente inquietante. Sono tante le tematiche giovanili affrontate,. Trale tante spiccano:  pedofilia, omosessualità, tensioni familiari  bullismo e cyberbullismo.

La narrazione ha un ritmo incalzante e il registro linguistico è molto ben tarato sul lessico adolescenziale. Per molti versi il libro sembra scritto proprio da una ragazzina. Il testo riesce  a parlare al pubblico a cui è destinato da pari a pari e, in questo modo, veicola efficacemente messaggi importanti.

Ma tra le righe, traspare anche l’intento della Mamma-Autrice, che mira a stabilire un canale di comunicazione con la figlia adolescente, per colmare quel Gap generazionale che la tecnologia rende sempre più grave.

Dark Web è un romanzo educativo di facile lettura. Potrebbe essere una bellissima idea regalo per una ragazzina che si trova a percorrere quel buio tratto di strada che porta dalla fanciullezza all’età adulta: un monito chiaro, ma discreto a non abbandonarsi alle lusinghe virtuali ed evanescenti del Web.

Molto carina anche la versione audiolibro, disponibile sulla piattaforma Storytel. La voce cristallina di Giada Bonanomi interpreta perfettamente i turbamenti dell’aspirante – e ingenua – influencer Eva.

 

 

L’AUTRICE

 

 

Giornalista professionista, Sara Magnoli ha lavorato ai quotidiani La Voce e Il Giornale sotto la direzione di Indro Montanelli e ha collaborato e collabora con testate nazionali e locali sia nel settore della carta stampata, sia per online, radio e tv. Laureata in lingue e letterature straniere moderne, scrive libri per adulti e per ragazzi, spaziando dal giallo alla biografia, dall’avventura alla fiaba, con anche pubblicazioni all’interno di progetti benefici. Svolge laboratori di lettura e animazione in scuole, biblioteche, librerie, e ha partecipato a festival nazionali come autrice ospite. Il suo libro “Se un cadavere chiede di te” ha vinto la sezione e-book del Premio Garfagnana in Giallo 2015.

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteLA FRAGILITA’ DEGLI ANGELI -GIGI PAOLI
Prossimo articoloLA SCIMMIA NUDA – DESMOND MORRIS
Laura Piva
Mi chiamo Laura Piva ed ho una doppia vita: di giorno faccio la farmacista in paesino del modenese e di sera mi trasformo in una serial reader. Da qualche tempo, la mia passione per la letteratura gialla e noir si è tramutata in un secondo lavoro e ho iniziato a collaborare con molti scrittori italiani nell’organizzazione di serate ed eventi. Da alcuni anni sono la direttrice artistica di Grasparossa Noir, una rassegna patrocinata dal Comune di Castelvetro di Modena che abbina eccellenze enogastronomiche e letterarie del nostro territorio. Sono inoltre autrice di racconti noir. Nel 2018, ho vinto il festival Garfagnana in Giallo-Barga Noir (Sezione racconti inediti) con "Killing Hosni" , pubblicato nell'Antologia Criminale 2018 delle Edizioni Tralerighe. Nel 2019, col racconto "Alone together" sono stata finalista allo stesso concorso e pubblicata nell'Antologia Criminale 2019. Nel 2020 mi sono classificata terza alla prima edizione di Lecce in Giallo.