Autore: Giorgio Dell’Arti

Editore: La nave di Teseo

Collana: Oceani

Anno edizione: 2020

Pagine: 176

Roma, 1909. Quando il generale Tancredi Saletta muore, la sua relazione con Eleonora Füssli, giovane vedova dell’erede del colosso tedesco Siemens, viene alla luce. Si scopre così che l’affascinante signora, animatrice nei salotti romani della Belle Époque, intrattiene relazioni enigmatiche con importanti rappresentanti dell’esercito, come Luigi Fecia di Cossato, generale e senatore, e con il generale Pollio, il successore di Saletta. E poi, incontri nei più rinomati luoghi di villeggiatura, scambi di preziosi pezzi di antiquariato. Ci sono tutti gli ingredienti perché ne nasca un caso. Che la vedova sia una spia austro-tedesca che approfitta della sua avvenenza per carpire informazioni riservate a vecchi generali? Dopo una prima eco sui giornali, il caso viene portato in Parlamento. A sostenerlo, soprattutto il repubblicano milanese Eugenio Chiesa: tipico liberale, avverso all’alleanza con l’Austria e la Germania, filo-francese, è un duro oppositore dei militari e delle spese per sostenere l’esercito, e si serve del “caso Siemens” per attaccare quel mondo che detesta. La sua interrogazione parlamentare, cui il governo si rifiuta di rispondere, fa deflagrare la tensione: Chiesa arriva a offendere l’onore di diverse persone e viene sfidato a duello ben cinque volte. Con penna affilata e grande senso dello humor, Giorgio Dell’Arti ci offre il racconto tragicomico e surreale di una vicenda di cronaca che infiammò l’Italia degli anni dieci.

***

Un romanzo storico ricco di risvolti umoristici, quello del giornalista Giorgio Dell’Arti, che è stato capace di costruire questo libro delizioso partendo da un errore di ricerca.

La storia, di per sé è piuttosto grottesca e ci restituisce un affresco molto colorito dell’epoca prebellica.

I personaggi coinvolti appartengono alla classe politica e militare che durante il rinascimento ha dato vita all’Italia unita. Tra il serio e il faceto, tra gossip d’antan e interessanti excursus su fenomeni di costume dell’epoca (siamo nel 1909), non ultima la prassi del duello d’onore, oramai già avviata sul viale del tramonto, facciamo la conoscenza con personaggi molto interessanti: il focoso – e anziano- Generale e Senatore del Regno Luigi Fecia di Cossato e la conturbante – e giovane -Vedova Von Siemens, tacciata di usare le sue armi seduttive con la gerontocrazia del Regno, al fine di estorcere informazioni militari strategiche per la Germania.

Consiglio questo libro originalissimo a chi vuole riscoprire la storia con occhi diversi e, perché no, anche con un po’ di leggerezza.

L’AUTORE

Editorialista della Stampa e della Gazzetta dello Sport, Dell’Arti è stato finalista del Premio Viareggio con Il giorno prima del 68. Cura e dirige l’edizione del lunedì de Il Foglio (detto anche Il Foglio Rosa). Nel 2009 ha condotto il programma di approfondimento Ultime da Babele su Radio1. Attualmente scrive anche per Vanity Fair, Il Sole 24 Ore (rubrica Ultime da babele) e La Legge per Tutti . Dirige il settimanale online Voce Arancio e Cinquantamila, sito di storia italiana. Nel 2014 ha condotto la trasmissione del mattino “Radio1 in Corpo 9” sul primo canale radiofonico della Rai. È autore del Catalogo dei viventi pubblicato da Marsilio Editori.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLE PERSIANE VERDI – GEORGES SIMENON
Prossimo articoloLUCE DELLA NOTTE – ILARIA TUTI
Laura Piva
Mi chiamo Laura Piva ed ho una doppia vita: di giorno faccio la farmacista in paesino del modenese e di sera mi trasformo in una serial reader. Da qualche tempo, la mia passione per la letteratura gialla e noir si è tramutata in un secondo lavoro e ho iniziato a collaborare con molti scrittori italiani nell’organizzazione di serate ed eventi. Da alcuni anni sono la direttrice artistica di Grasparossa Noir, una rassegna patrocinata dal Comune di Castelvetro di Modena che abbina eccellenze enogastronomiche e letterarie del nostro territorio. Sono inoltre autrice di racconti noir. Nel 2018, ho vinto il festival Garfagnana in Giallo-Barga Noir (Sezione racconti inediti) con "Killing Hosni" , pubblicato nell'Antologia Criminale 2018 delle Edizioni Tralerighe. Nel 2019, col racconto "Alone together" sono stata finalista allo stesso concorso e pubblicata nell'Antologia Criminale 2019. Nel 2020 mi sono classificata terza alla prima edizione di Lecce in Giallo.