Editore: Fazi

Traduttori: Stefano Tummolini e Giacomo Cuva

Genere: Political Thriller

Pagine: 528

Anno di pubblicazione: 1995 Uk – 2015 Italia

Sono passati dieci anni da quando, grazie a una lunga serie di sotterfugi e manipolazioni, Francis Urquhart ha raggiunto l’apice. Ora si appresta a diventare il primo ministro più longevo nella storia del paese: lo spettro della vecchiaia incombe, è tempo di bilanci e di pensare a come guadagnarsi un posto nella Storia. Ma nel corso della sua impietosa scalata il nostro protagonista si è fatto molti nemici, e oggi si ritrova con un branco di lupi alle calcagna pronti ad azzannarlo, mentre i molti scheletri da tempo sepolti nell’armadio minacciano di saltare fuori.

Nel suo ultimo atto, Urquhart è costretto ad affrontare un’inaspettata crisi di governo che coinvolge lo scacchiere internazionale: deve operare nella questione cipriota, complicata ulteriormente dal ritrovamento di certi giacimenti petroliferi a cui sono in molti ad ambire. Ma il petrolio non è l’unico segreto dell’isola: Urquhart è legato a questa terra da una tragica vicenda personale del suo passato, pronta a perseguitarlo.

Come prevedibile, l’instancabile FU non è pronto a farsi da parte, né a cedere di fronte a chicchessia. È ancora disposto a tutto e determinato a lasciare il segno. Ci riuscirà?

***

Questo terzo capitolo della serie, pur essendo sempre un ottimo romanzo, paga lo scotto di non aver subito il restyling radicale dei primi due libri. Tante le differenze stilistiche, a cominciare dalla struttura dei capitoli, e tanti i contenuti finiti completamente fuori sincrono, come per esempio il nome della moglie del protagonista , che da Mortima diventa Elisabeth. Questo personaggio, tra l’altro, cambia radicalmente anche il suo carattere e il suo ruolo nella storia. Da consorte di rappresentanza spietata e calcolatrice, che conduce una sua vita parallela lontano dal marito-premier, Elisabeth si trasforma in una donna dolce e innamorata, un vero e proprio angelo del focolare tenacemente insidiato al numero 10 di Downing Street.

Rispetto ai primi due libri rivisti e corretti, rimane al tappeto anche la tensione, che fa capolino solo nel finale, a onor del vero molto bello, anche se un po’ prevedibile.

Il punto di forza di House of Cards 3 risiede invece nella storia, che rievoca l’intervento militare del regno Unito a Cipro, a seguito dell’occupazione turca del 1974 e che ci restituisce un altro inquietante tassello del passato di Francis Urquhart.

Molto bella la versione audiolibro, letta dal bravissimo Sergio Leone, disponibile sulla piattaforma Storytel.

L’AUTORE

Michael Dobbs - Wikiquote

Michael Dobbs è nato nel 1948 ed è un membro del Partito Conservatore inglese. Tra i diversi incarichi rivestiti durante la carriera politica si ricorda quello di capo dello staff del partito durante l’ultimo governo Thatcher (1986-1987). Dal 2010 è membro della Camera dei Lord. La trilogia di House of Cards, di cui Fazi ha già pubblicato i primi due volumi, ha venduto milioni di copie in tutto il mondo. Dobbs ha partecipato alla produzione e sceneggiatura della serie omonima ispirata a questo romanzo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteQUANDO VOLEVAMO FERMARE IL MONDO – ANTONIO FUSCO
Prossimo articoloMENTE OSCURA – PIERLUIGI PORAZZI
Laura Piva
Mi chiamo Laura Piva ed ho una doppia vita: di giorno faccio la farmacista in paesino del modenese e di sera mi trasformo in una serial reader. Da qualche tempo, la mia passione per la letteratura gialla e noir si è tramutata in un secondo lavoro e ho iniziato a collaborare con molti scrittori italiani nell’organizzazione di serate ed eventi. Da alcuni anni sono la direttrice artistica di Grasparossa Noir, una rassegna patrocinata dal Comune di Castelvetro di Modena che abbina eccellenze enogastronomiche e letterarie del nostro territorio. Sono inoltre autrice di racconti noir. Nel 2018, ho vinto il festival Garfagnana in Giallo-Barga Noir (Sezione racconti inediti) con "Killing Hosni" , pubblicato nell'Antologia Criminale 2018 delle Edizioni Tralerighe. Nel 2019, col racconto "Alone together" sono stata finalista allo stesso concorso e pubblicata nell'Antologia Criminale 2019. Nel 2020 mi sono classificata terza alla prima edizione di Lecce in Giallo.