VERSIONE CARTACEA/ E-BOOK

Editore: Einaudi
Collana: Einaudi. Stile libero big
Anno edizione:2016
Pagine:353 p., Brossura
Non hanno neanche il tempo di fare conoscenza, i nuovi investigatori del commissariato di Pizzofalcone. Mandati a sostituire altri poliziotti colpevoli di un grave reato, devono subito affrontare un delicato caso di omicidio nell’alta società. Le indagini vengono affidate all’uomo di punta della squadra, l’ispettore Giuseppe Lojacono, siciliano con un passato chiacchierato ma reduce dal successo nella caccia a un misterioso assassino, il Coccodrillo, che per giorni ha precipitato Napoli nel terrore. E mentre Lojacono, assistito dal bizzarro agente scelto Aragona, si sposta tra gli appartamenti sul lungomare e i circoli nautici della città, squassata da una burrasca fuori stagione, i suoi colleghi Romano e Di Nardo cercano di scoprire come mai una giovane, bellissima ragazza non esca mai di casa, e il vecchio Pisanelli insegue la propria ossessione per una serie di suicidi sospetti.
Questo primo libro della serie de ” I bastardi di Pizzofalcone”, nato come spin-off del romanzo Il metodo del coccodrillo, è un giallo ben congegnato e di scorrevole lettura, in cui le diverse storie narrate scorrono su binari paralleli lungo tutto il romanzo, senza mai incrociarsi . L’indagine principale si chiude in modo non scontato, svelando l’assassino e le sue motivazioni solo nelle ultime pagine, mentre le altre trame, relative a indagini condotte da personaggi secondari, avranno sviluppi nei sequel di questa fortunata serie di romanzi, recentemente approdata anche sul piccolo schermo.

I personaggi che popolano il commissariato di Pizzofalcone sono accumunati da un passato pesante: sono dei rinnegati, e sono in cerca di riscatto. Lontani dall’essere eroi, sono caratterizzati da una grande umanità e risultano essere molto credibili agli occhi del lettore, che non può sottrarsi al richiamo dell’empatia da essi suscitata.

La città di Napoli, con il suo complesso tessuto sociale, la sua gente e i suoi panorami struggenti sferzati dal maltempo e dalla furia del mare, rappresenta ben più di una cornice statica, anzi,  diventa parte integrante della storia stessa.

Maurizio De Giovanni ha uno stile unico e riconoscibile. I suoi testi sono permeati di poesia e di amore verso la sua città. Ai suoi personaggi, ci si affeziona, e i suoi romanzi danno dipendenza.

Consiglio vivamente la versione audiolibro, interpretata dal bravissimo Peppe Servillo, che con la sua impostazione teatrale e con il suo marcato accento partenopeo conferisce ulteriore magia al testo.

Edizioni Emons Audiolibri

letto da Peppe Servillo

Regia Flavia Gentili

Durata 9h 35m

Versione integrale

Pubblicazione 29 ottobre 2014

 

 

L’AUTORE

 

Nato nel 1958 a Napoli, dove vive e lavora, è autore della fortunata serie di romanzi con protagonista il commissario Ricciardi, attivo nella Napoli degli anni Trenta, su cui è incentrato un ciclo di romanzi, tutti pubblicati da Einaudi, che comprende finora: Il senso del dolore (2007), La condanna del sangue (2008), Il posto di ognuno (2009), Il giorno dei morti (2010), Per mano mia (Einaudi, 2011), Vipera (2012, Premio Viareggio, Premio Camaiore), Anime di vetro (2015) Serenata senza nome (2016) e Rondini d’inverno (2017).
È anche autore di: Storie azzurre (Cento Autori, 2010), una raccolta di quattro racconti lunghi dedicati al Napoli, la sua squadra del cuore; Il metodo del Coccodrillo (Mondadori, 2012, Einaudi 2016; Premio Scerbanenco).
Con I bastardi di Pizzofalcone (Einaudi 2013) ha inaugurato un nuovo ciclo contemporaneo, sempre pubblicato da Einaudi, continuato con Buio per i Bastardi di Pizzofalcone (2013), Gelo per i bastardi di Pizzofalcone (2014), Cuccioli per i bastardi di Pizzofalcone (2015), Pane per i bastardi di Pizzofalcone (2016), Souvenir per i bastardi di Pizzofalcone (2017) che vede protagonista la squadra investigativa di un commissariato partenopeo.
Il suo racconto Un giorno di Settembre a Natale è incluso nella raccolta Regalo di Natale edita da Sellerio nel 2013. È uscita nel 2014 un’altra raccolta di racconti gialli dal titolo Giochi criminali dove il suo testo Febbre appare accanto a quelli di De Cataldo, De Silva e Lucarelli. Inoltre, il suo racconto Un telegramma da settembre è incluso nell’antologia Sellerio La scuola in giallo, del 2014. Nel 2015 escono per Rizzoli Il resto della settimanaI Guardiani (2017), e per Skira Una domenica con il commissario Ricciardi.
Nel 2017 partecipa con un suo contributo alla raccolta di saggi Attenti al Sud, edito da Piemme.