Autore: Eliselle
Editore: Damster Edizioni
Pagine: 420
Genere: noir
Anno di pubblicazione: 2017

 

Martina, sette anni, viene trovata morta in un fosso. Ed è proprio un bambino come lei a trovare il suo corpo. Mentre le indagini annaspano, il circo mediatico accende i riflettori su una Modena decisamente noir. E presto, al sentimento di pietà per la tragedia che si è consumata, si sostituisce la morbosità, alimentata dalle illazioni giornalistiche e da ipotesi investigative che naufragano nel nulla.

 

“Il colore della nebbia” è un romanzo corale. I tanti personaggi coinvolti raccontano la storia e le loro storie in prima persona. Cosi’,  la narrazione cambia soggettiva ad ogni capitolo e viene filtrata attraverso gli occhi e il vissuto di ciascun personaggio.  Ne emerge uno scenario sconfortante, descritto senza edulcorazioni, e fatto di rapporti familiari estremamente problematici e coperti da un velo di ipocrisia.  Attraverso gli occhi dei protagonisti viviamo la conflittualità coniugale, gli equilibri instabili delle coppie clandestine e il rapporto complicato tra genitori e figli. Persino l’infanzia e l’adolescenza sono dipinte con estrema disillusione e disincanto attraverso le voci narranti di ragazzi anaffettivi, tirannici ed egocentrici che amano infliggere crudeltà attraverso episodi di bullismo e violenza gratuita.

 

La costruzione psicologica dei personaggi, colonna portante di questo libro,  è estremamente minuziosa e curata nei dettagli, tanto che permette al lettore di entrare in sintonia con ognuna delle voci narranti.

 

Tutto di questo romanzo è “noir”: il lessico crudo, lo stile di scrittura asciutto ed essenziale, le atmosfere cupe che permeano la narrazione, la nebbiosa e misteriosa Modena che scorre sullo sfondo.

 

L’AUTRICE

Eliselle è lo pseudonimo di Elisa Guidelli. Laureata in Storia Medievale, professione libraia. Al suo attivo numerose esperienze e collaborazioni con siti di informazione on line, una delle prime ad avvicinarsi ad internet. Molto varia la sua produzione, non si è infatti fermata ad un unico genere letterario ma si è cimentata nel noir, nello storico, nel young adulto, nel chick lit e nel romanzo. È presente anche in alcune antologie.