VERSIONE AUDIOLIBRO

EDITORE: EMONS AUDIOLIBRI

letto da Giuseppe Battiston

Regia Flavia Gentili

Durata 4h 7m

Versione integrale

Edizione testo Adelphi Edizioni, 1994

Pubblicazione 25 marzo 2015

Maigret non ha nessuna voglia di recarsi a Sancerre, dove in una stanza dell’Hôtel de la Loire è stato trovato il cadavere di Émile Gallet, grigio rappresentante di commercio. Ma l’apparenza inganna e il morto, la sua personalità sfuggente, il suo mondo in bilico tra realtà e immaginazione, presente e passato, trascinano il commissario in un viaggio ossessivo alla  ricerca della verità. Comincia qui a delinearsi il celebre metodo Maigret, riassumibile nell’affermazione del commissario:  “Saprò chi è l’assassino quando conoscerò bene la vittima”.

Un giallo classico, anzi classicissimo, questo romanzo della serie dedicata al commissario Maigret dal prolifico scrittore franco- belga.

Pubblicato nel 1931, ma ancora attualissimo dal punto di vista del linguaggio, Il defunto Signor Gallet restituisce l’immagine di una cartolina d’epoca della Francia che fu: quella degli anni tra le due guerre e in cui le vacanze sulla Loira erano di gran moda per il ceto medio. L’ambientazione è molto puntuale e rende bene il clima di austerity e di rigidità dei costumi che aleggiava in quel periodo nel Paese transalpino.

La storia, governata dalla perfetta meccanica del giallo, è molto originale e riserva un finale a sorpresa. Ma ciò che mi sorprende sempre leggendo le opere di Simenon è la costruzione maniacale dei personaggi, che assumono un’importanza fondamentale nell’economia del romanzo.

Nella versione audiolibro, edita da Emons, l’attore Giuseppe Battiston interpreta magistralmente il testo, incarnado perfettamente il burbero Maigret, i suoi lampi di genio e l’attenzione maniacale per i dettagli.