Editore: La Corte Editore
Collana: Underground
Genere:Thriller/Noir
Anno edizione:2019
In commercio dal:24 ottobre 2019
Pagine: 303

Una giovane donna viene uccisa nel suo appartamento. Sulla scena del delitto arrivano gli ispettori Alba Leone e Ramon Serrano e il caso a prima vista sembra poter essere risolto in poco tempo: l’assassino ha lasciato il suo DNA sul corpo della vittima e gli investigatori sono convinti di riuscire a identificarlo. Sembrano quindi non esserci dubbi sul colpevole, ma l’uomo, che è uscito da poco dal carcere, ha un alibi inconfutabile per la sera dell’omicidio. Nel frattempo gli investigatori si rendono conto che molte persone potevano avere interesse a eliminare la ragazza: personaggi di spicco che la conoscevano, tra cui un giudice, un politico in ascesa e un misterioso e spietato boss della mafia nigeriana, che ha riorganizzato una rete criminale che si espande in tutto il Nord Italia. In una società in cui la mistificazione e la menzogna sono le uniche regole, riusciranno Alba e Ramon a risolvere l’intricato mistero?

 

***

“Il lato nascosto”: un titolo azzeccatissimo per un thriller che ci svela il lato oscuro dell’estremo Nord Est dell’Italia. Dietro l’apparente efficienza, dietro al benessere, dietro ai paesaggi maestosi del Friuli, appaiono le sacche d’ombra: la corruzione, la criminalità, le miserie umane.

Ed è proprio in questo Dark Side che si focalizza il racconto, ambientato in una provincia di Udine duramente colpita dalla crisi. I personaggi della storia appartengono alla casta dei diseredati e animano una storia costellata di episodi crudi, che strizza l’occhio ad alcuni casi di cronaca degli ultimi anni.

Ex detenuti, prostitute, giudici non esattamente imparziali, funzionari pusillanimi e asserviti al potere, narcotrafficanti e pusher: questo è il microcosmo in cui si muovono Alba e Ramon, i due poliziotti protagonisti dell’indagine. Protagonisti imperfetti – e per questo molto umani – che si muovono su un confine sottile e spesso infrangono le regole.

Lo stile di scrittura è piacevolissimo e scorrevole. L’autore riesce a dosare sapientemente pathos e colpi di scena, tenendo viva la curiosità del lettore. Le atmosfere sono quelle fosche dei Noir di gran classe.

 

 

 

L’AUTORE

 

 

Pierluigi Porazzi

Pierluigi Porazzi, laureato in giurisprudenza, ha conseguito il titolo di avvocato e lavora presso la regione Friuli Venezia Giulia.
È una delle più importanti voci del giallo italiano e per Marsilio ha pubblicato i romanzi L’ombra del falco, Nemmeno il tempo di sognare, in seguito usciti anche, rispettivamente, nelle collane “Noir Italia” (Il Sole 24 Ore) e “Il Giallo Italiano” (Il Corriere della Sera) e Azrael, premiato come miglior romanzo dell’anno nell’ambito del “Corpi Freddi Awards”.
Con La Corte Editore ha già pubblicato La ragazza che chiedeva vendetta.

 

 

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteIL PRINCIPIO DEL MALE – STEFANO TURA
Prossimo articoloIO SO CHI SEI – PAOLA BARBATO
Mi chiamo Laura Piva ed ho una doppia vita: di giorno faccio la farmacista in paesino del modenese e di sera mi trasformo in una serial reader. Da qualche tempo, la mia passione per la letteratura gialla e noir si è tramutata in un secondo lavoro e ho iniziato a collaborare con molti scrittori italiani nell’organizzazione di serate ed eventi. Da due anni sono la direttrice artistica di Grasparossa Noir, una rassegna patrocinata dal Comune di Castelvetro di Modena che abbina eccellenze enogastronomiche e letterarie del nostro territorio. Sono inoltre autrice di racconti noir. Nel 2018, ho vinto il festival Garfagnana in Giallo-Barga Noir (Sezione racconti inediti) con "Killing Hosni" , pubblicato nell'Antologia Criminale 2018 delle Edizioni Tralerighe. Nel 2019, col racconto "Alone together" sono stata finalista allo stesso concorso e pubblicata nell'Antologia Criminale 2019.