• Editore: Bompiani
  • Collana: Tascabili Narrativa
  • Traduttore: Andrea Di Gregorio
  • Lingua: Italiano
  • Genere: Giallo/Noir
  • ISBN – EAN: 9788845264719
  • Data di pubblicazione: 09/05/2017
  • Prima edizione: maggio 2017

Kostas Charìtos, commissario dal volto umano e appassionato lettore di vocabolari, cambia i suoi consueti itinerari. In questa sua nuova avventura approda a Istanbul per una vacanza. Almeno nelle intenzioni, visto che il demone dell’indagine torna a visitarlo nella persona di un greco, uno dei pochi rimasti nell’antica Costantinopoli. Maria, una anziana conoscente dell’uomo, la sua balia, è scomparsa, e lui non sa come districarsi nella ricerca. Così Charìtos, solo apparentemente spaesato nei babelici scenari turchi, saprà ricostruire con arguzia, talento investigativo e grande ironia una fitta e complessa rete di vendette personali, soprusi, ingiustizie che faranno luce su quella misteriosa scomparsa.

Un giallo classico, ma non troppo, questo dell’autore greco, che tra il serio e il faceto tocca anche quello che per i greci è ancora uno spinosissimo argomento: i soprusi perpetrati dai Turchi nei confronti dei Romei – i cittadini costantinopolitani di origine ellenica- , e la crisi di Cipro. Ferite ancora aperte, in una terra sospesa tra Oriente e Occidente, tra Europa e Asia, tra Islam, Ortodossia e Cattolicesimo. Costantinopoli, la moderna Istanbul, è la fenice che risorge dalle macerie dell’Impero romano d’Oriente ed è un melting pot di razze, culture e stili architettonici diversi; ma è anche la città dove tutto sembra tingersi di una luce ambigua.

Un’ambiguità che diventa lo sfondo ideale per questo giallo-noir sui generis, che grazie ad una trama originalissima e ad uno stile ironico, si fa leggere d’un fiato.

L’identità dell’assassina si svela subito ma, la sua, rimane una presenza evanescente fino alle ultime pagine del romanzo: una sorta di ombra che percorre a ritroso la propria storia e la Storia della sua gente, in cerca di giustizia.

E nell’indagine del Commissario Charitos, che farà luce sulle motivazioni che spingono questa donna a uccidere, emergeranno le storie toccanti di tutti i personaggi coinvolti.

A stemperare il clima della narrazione, i frequenti e buffi siparietti coniugali del poliziotto greco e della moglie Adriana.

 

L’AUTORE

Petros Markaris è nato a Istanbul nel 1937. Ha collaborato con Theo Angelopoulos a diverse sceneggiature, tra cui L’eternità e un giorno, Palma d’Oro a Cannes nel 1998.
In Italia è pubblicato da Bompiani. I suoi romanzi che hanno come protagonista il commissario Kostas Charitos: Ultime della notte (2000), Difesa a zona (2001), Si è suicidato il Che (2004), La lunga estate calda del commissario Charitos (2007), La balia (2009), Prestiti scaduti (2011), L’esattore (2012), Resa dei conti. La nuova indagine del commissario Charitos (2013) e Titoli di coda (2015).
Ricordiamo anche la raccolta di racconti I labirinti di Atene (2008) e l’autobiografia Io e Kostas Charitos (2010).

 

 

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteIPERMELANOSI LOCALIZZATE: LE MACCHIE CHE INSIDIANO LA NOSTRA PELLE
Prossimo articoloANIME BALTICHE -JAN BROKKEN
Mi chiamo Laura Piva ed ho una doppia vita: di giorno faccio la farmacista in paesino del modenese e di sera mi trasformo in una serial reader. Da qualche tempo, la mia passione per la letteratura gialla e noir si è tramutata in un secondo lavoro e ho iniziato a collaborare con molti scrittori italiani nell’organizzazione di serate ed eventi. Sono inoltre autrice di racconti noir. Nel 2018, ho vinto il festival Garfagnana in Giallo-Barga Noir (Sezione racconti inediti) con "Killing Hosni" , pubblicato nell'Antologia Criminale 2018 delle Edizioni Tralerighe.