• Editore: Bompiani
  • Collana: Tascabili Narrativa
  • Traduttore: Andrea Di Gregorio
  • Lingua: Italiano
  • Genere: Giallo/Noir
  • ISBN – EAN: 9788845264719
  • Data di pubblicazione: 09/05/2017
  • Prima edizione: maggio 2017

Kostas Charìtos, commissario dal volto umano e appassionato lettore di vocabolari, cambia i suoi consueti itinerari. In questa sua nuova avventura approda a Istanbul per una vacanza. Almeno nelle intenzioni, visto che il demone dell’indagine torna a visitarlo nella persona di un greco, uno dei pochi rimasti nell’antica Costantinopoli. Maria, una anziana conoscente dell’uomo, la sua balia, è scomparsa, e lui non sa come districarsi nella ricerca. Così Charìtos, solo apparentemente spaesato nei babelici scenari turchi, saprà ricostruire con arguzia, talento investigativo e grande ironia una fitta e complessa rete di vendette personali, soprusi, ingiustizie che faranno luce su quella misteriosa scomparsa.

Un giallo classico, ma non troppo, questo dell’autore greco, che tra il serio e il faceto tocca anche quello che per i greci è ancora uno spinosissimo argomento: i soprusi perpetrati dai Turchi nei confronti dei Romei – i cittadini costantinopolitani di origine ellenica- , e la crisi di Cipro. Ferite ancora aperte, in una terra sospesa tra Oriente e Occidente, tra Europa e Asia, tra Islam, Ortodossia e Cattolicesimo. Costantinopoli, la moderna Istanbul, è la fenice che risorge dalle macerie dell’Impero romano d’Oriente ed è un melting pot di razze, culture e stili architettonici diversi; ma è anche la città dove tutto sembra tingersi di una luce ambigua.

Un’ambiguità che diventa lo sfondo ideale per questo giallo-noir sui generis, che grazie ad una trama originalissima e ad uno stile ironico, si fa leggere d’un fiato.

L’identità dell’assassina si svela subito ma, la sua, rimane una presenza evanescente fino alle ultime pagine del romanzo: una sorta di ombra che percorre a ritroso la propria storia e la Storia della sua gente, in cerca di giustizia.

E nell’indagine del Commissario Charitos, che farà luce sulle motivazioni che spingono questa donna a uccidere, emergeranno le storie toccanti di tutti i personaggi coinvolti.

A stemperare il clima della narrazione, i frequenti e buffi siparietti coniugali del poliziotto greco e della moglie Adriana.

 

L’AUTORE

Petros Markaris è nato a Istanbul nel 1937. Ha collaborato con Theo Angelopoulos a diverse sceneggiature, tra cui L’eternità e un giorno, Palma d’Oro a Cannes nel 1998.
In Italia è pubblicato da Bompiani. I suoi romanzi che hanno come protagonista il commissario Kostas Charitos: Ultime della notte (2000), Difesa a zona (2001), Si è suicidato il Che (2004), La lunga estate calda del commissario Charitos (2007), La balia (2009), Prestiti scaduti (2011), L’esattore (2012), Resa dei conti. La nuova indagine del commissario Charitos (2013) e Titoli di coda (2015).
Ricordiamo anche la raccolta di racconti I labirinti di Atene (2008) e l’autobiografia Io e Kostas Charitos (2010).

 

 

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteIL PICCOLO LIBRAIO DI ARCHANGELSK – GEORGES SIMENON
Prossimo articoloANIME BALTICHE -JAN BROKKEN
Mi chiamo Laura Piva ed ho una doppia vita: di giorno faccio la farmacista in paesino del modenese e di sera mi trasformo in una serial reader. Da qualche tempo, la mia passione per la letteratura gialla e noir si è tramutata in un secondo lavoro e ho iniziato a collaborare con molti scrittori italiani nell’organizzazione di serate ed eventi. Da due anni sono la direttrice artistica di Grasparossa Noir, una rassegna patrocinata dal Comune di Castelvetro di Modena che abbina eccellenze enogastronomiche e letterarie del nostro territorio. Sono inoltre autrice di racconti noir. Nel 2018, ho vinto il festival Garfagnana in Giallo-Barga Noir (Sezione racconti inediti) con "Killing Hosni" , pubblicato nell'Antologia Criminale 2018 delle Edizioni Tralerighe. Nel 2019, col racconto "Alone together" sono stata finalista allo stesso concorso e pubblicata nell'Antologia Criminale 2019.