VERSIONE CARTACEA/E-BOOK
Traduttore: F. Cremonesi
Editore: NN Editore
Anno edizione:2017
Pagine:171
Genere: Narrativa
Nella cittadina di Holt, Colorado, Addie Moore si presenta un giorno alla porta del suo vicino di casa, Louis Waters. Entrambi sono in là con gli anni, vedovi, i figli lontani, gli amici distanti. Addie ha una proposta insolita, semplice e coraggiosa: passare insieme le notti. Inizia così la storia di un’amicizia, di un amore, fatta di racconti sussurrati e di piccole premure. Ma questa ritrovata dolcezza dovrà scontrarsi con la comunità di Holt, che non accetta ciò che non riesce a capire.
 
Questo ultimo romanzo di Kent Haruf, pubblicato postumo, ci riporta nella sonnacchiosa provincia del Midwest americano. Siamo a Holt, cittadina immaginaria nei dintorni di Denver.
I protagonisti sono Addie e Louis, due vedovi settantenni che stringono un patto piuttosto bizzarro: combattere  la solitudine e il silenzio assordante delle loro notti  coricandosi insieme e  parlando fino ad addormentarsi. Un accordo che non presuppone nulla di fisico o di sentimentale, ma che alla fine produce un amore vero e intensissimo che sfida i pregiudizi e le malignità che albergano nelle piccole comunità. I protagonisti si svelano al lettore  attraverso i loro dialoghi, che mettono a nudo le loro anime.
Tutto in questo romanzo appare semplice e lineare: la trama essenziale, lo stile rarefatto, il registro colloquiale. Quella di Kent Haruf è una scrittura pura e senza fronzoli, ma che arriva dritta al cuore del lettore, toccando temi universali come la paura della solitudine e la ricerca della felicità.
Di questo romanzo esiste anche una versione audiolibro, edita dalle Edizioni Emons, in cui la voce ipnotica di Sergio Rubini esalta, con il suo tono sapientemente monocorde, la pulizia cristallina del testo.
VERSIONE AUDIOLIBRO

letto da Sergio Rubini

Regia Flavia Gentili

Durata 3h 14m

Versione integrale

Pubblicazione 16 novembre 2017

Da questo libro è stato ricavato il  film  Our souls, at night  uscito nel 2017 (regia di Ritesh Batra): a vestire i panni dei due anziani protagonisti Robert Redford e Jane Fonda.
L’AUTORE
Kent Haruf (1943-2014), scrittore americano, dopo la laurea alla Nebraska Wesleyan University ha insegnato inglese. Prima di dedicarsi alla scrittura ha svolto diversi lavori, come operaio, bracciante, bibliotecario. Grazie ai suoi romanzi, tutti ambientati nella fittizia cittadina di Holt, ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui il Whiting Foundation Award e una menzione speciale dalla PEN/Hemingway Foundation. Con il romanzo Il canto della pianura è stato finalista al National Book Award, al Los Angeles Times Book Prize, e al New Yorker Book Award. Con Crepuscolo, secondo romanzo della Trilogia della Pianura, ha vinto il Colorado Book Award, mentre Benedizione è stato finalista al Folio Prize.
CONDIVIDI
Articolo precedenteSARA AL TRAMONTO – MAURIZIO DE GIOVANNI
Prossimo articoloUN ADULTERIO -EDOARDO ALBINATI
Mi chiamo Laura Piva ed ho una doppia vita: di giorno faccio la farmacista in paesino del modenese e di sera mi trasformo in una serial reader. Da qualche tempo, la mia passione per la letteratura gialla e noir si è tramutata in un secondo lavoro e ho iniziato a collaborare con molti scrittori italiani nell’organizzazione di serate ed eventi. Da due anni sono la direttrice artistica di Grasparossa Noir, una rassegna patrocinata dal Comune di Castelvetro di Modena che abbina eccellenze enogastronomiche e letterarie del nostro territorio. Sono inoltre autrice di racconti noir. Nel 2018, ho vinto il festival Garfagnana in Giallo-Barga Noir (Sezione racconti inediti) con "Killing Hosni" , pubblicato nell'Antologia Criminale 2018 delle Edizioni Tralerighe. Nel 2019, col racconto "Alone together" sono stata finalista allo stesso concorso e pubblicata nell'Antologia Criminale 2019.