Editore: Marsilio
Collana: Farfalle
Genere:Thriller
Anno edizione:2015
Pagine:554

 

Questo titolo è il quinto capitolo dedicato alla sezione Q di Copenhagen, l’efficiente -ma squinternata- squadra specializzata in “casi freddi”. Una trama intrigante e originale in cui si intrecciano magistralmente diverse linee temporali e filoni narrativi. Ironia e suspence si amalgamano alla perfezione tenendo il lettore incollato al libro fino alla fine. Lo stile e la classe di Jussi Adler Olsen non si discutono e i suoi personaggi sono veri e propri capolavori. I componenti della sezione Q seducono il lettore con le loro nevrosi, i loro segreti, le loro bizzarrie, e instaurano un feeling empatico indissolubile con chi legge. Il personaggio di Assad, in particolare, è al contempo spalla comica e colonna portante della serie: ad ogni episodio della saga la sua storia personale si infittisce di mistero e si arricchisce di nuovi lati oscuri.
Questo romanzo, più di altri, ha un taglio molto “cinematografico” e regala immagini vivide e bellissime del centro di  Copenhagen, con scene ambientate ai Tivoli Gardens, della Rhadusplads, della biblioteca Black Diamond e nell’ “alternativa” città libera di Christiania.
Sicuramente, questo è uno dei migliori exploit narrativi dell’autore danese. Consiglio comunque di leggere le avventure dell’Ispettore Carl Mork in ordine, per godere al meglio dell’evoluzione dei personaggi e delle loro storie.
La cronologia corretta delle serie è la seguente:
  1. LA DONNA IN GABBIA
  2. BATTUTA DI CACCIA
  3. IL MESSAGGIO NELLA BOTTIGLIA
  4. PAZIENTE 64
  5. L’EFFETTO FARFALLA
  6. LA PROMESSA

Nel blog trovate anche lil reportage Copenhagen tra le righe  (in due parti), realizzato nel dicembre 2016 nella capitale danese e in cui sono menzionati molti luoghi citati in questo ed in altri libri di Jussi Adler Olsen.

https://www.angolodellastrega.it/copenhagen-tra-le-righe-prima-parte/

L’AUTORE

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteGALVESTON – NIC PIZZOLATTO
Prossimo articoloL’UOMO DEI CERCHI AZZURRI -FRED VARGAS
Mi chiamo Laura Piva ed ho una doppia vita: di giorno faccio la farmacista in paesino del modenese e di sera mi trasformo in una serial reader. Da qualche tempo, la mia passione per la letteratura gialla e noir si è tramutata in un secondo lavoro e ho iniziato a collaborare con molti scrittori italiani nell’organizzazione di serate ed eventi. Da due anni sono la direttrice artistica di Grasparossa Noir, una rassegna patrocinata dal Comune di Castelvetro di Modena che abbina eccellenze enogastronomiche e letterarie del nostro territorio. Sono inoltre autrice di racconti noir. Nel 2018, ho vinto il festival Garfagnana in Giallo-Barga Noir (Sezione racconti inediti) con "Killing Hosni" , pubblicato nell'Antologia Criminale 2018 delle Edizioni Tralerighe. Nel 2019, col racconto "Alone together" sono stata finalista allo stesso concorso e pubblicata nell'Antologia Criminale 2019.