Editore: Becco Giallo
Collana: Biografie
Genere: Graphic Novel
Anno edizione:2018
Pagine:128 p., ill.
Chi era Nikola Tesla? Un inventore geniale o un visionario sganciato dal suo tempo? Cresciuto in povertà nella metà dell’Ottocento sotto l’Impero Austro-Ungarico, Tesla riuscì a studiare e a diventare ingegnere con le sue sole forze. Emigrò in cerca di fortuna prima in Francia e poi in America, dove fu assunto nel laboratorio del celebre Thomas Edison, l’inventore del fonografo e della lampadina. Subì e poi superò le invidie nate fra i colleghi del tempo, prime fra tutte quelle dello stesso Edison, che culminarono nella cosiddetta Guerra delle Correnti, la competizione per il controllo del mercato mondiale dell’energia elettrica. Ebbe grandiose rivincite pubbliche, prima di conoscere una clamorosa e definitiva rovina. Con oltre duecento brevetti diversi, alcuni dei quali portarono alla diffusione di massa della corrente alternata e della radio, e grazie alle intuizioni del telecomando e del wi-fi, Tesla è oggi ricordato come uno dei più importanti innovatori della storia moderna.
Bellissima questa graphic novel disegnata da Giovanni Scarduelli e sceneggiata da Sergio Rossi.
Il volume, che si divora in pochissimo tempo, ripercorre la biografia del geniale Nikola Tesla. Una vita percorsa sempre su sentieri in salita, quella dell’inventore di origine serba, che ha visto grandi successi ed enormi sconfitte. Tra genio e follia, sempre sul baratro della povertà, Nikola Tesla, ancora oggi, a più di 75 anni dalla morte, è una figura che fa discutere e conserva un grande alone di mistero.
Lo stile grafico pulito ed essenziale e la sceneggiatura minimale esaltano la storia, introdottta al lettore attraverso un escamotage narrativo molto originale.
Ad impreziosire ulteriormente l’opera, le copie di molti dei brevetti depositati da Tesla.
Una gradevolissima lettura per ragazzi e adulti.
GLI AUTORI

Giovanni Scarduelli (Mantova, IT)

Illustratore, fumettista e graphic designer italiano.
Ha studiato visual design all’Istituto Design Palladio (Verona) e illustrazione editoriale
al MiMaster (Milano).
E’ anche attore di teatro, chitarrista, musicofilo, lettore, volontario e
storie-di-supereroi dipendente.

***

Sergio Rossi  (Perugia, 1970)

Lavora nell’editoria come scrittore, traduttore e storico del Fumetto e redattore di testi scolastici. Come scrittore ha pubblicato i romanzi per ragazzi “Scacco matto ” (Disney libri, 2005), “Un lampo nell’ombra” (Feltrinelli 2013, collana Noir Junior La Repubblica 2015, selezionato tra i migliori cento libri usciti nel 2013 dalla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna), “Il terzo figlio” (San Paolo 2017, selezione Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2018), la graphic novel “Nikola Tesla” (disegni di Giovanni Scarduelli, Becco Giallo 2018), “Masao l’eroe di Fukushima” (Einaudi Ragazzi, 2018); i libri per bambini “Storie sotto il letto” (disegni di Francesca Caravelli, il Castoro, 2016), “Signorina Sì Però” (disegni di Laura Desirée Pozzi, Coccole Books, 2017), “Storie di Brugola meccanica spaziale” (disegni di Stefano Tognetti, San Paolo, 2017), “Che storia! Il Big Bang e la nascita dell’universo” (disegni di Cristiano Lissone, Einaudi Ragazzi 2017). Tra i suoi libri, i saggi          “ Einstein l’aveva capito: la scoperta delle onde gravitazionali” (ill. di Allegra Agliardi), Feltrinelli 2017; “CambiaMondo: cosa fare (e non fare) per salvare il nostro pianeta” (con Beniamino Sidoti), Gribaudo, 2019; “Maledette vi amerò – le eroine del fumetto erotico italiano”(Neri Pozza, 2007), “L’immaginazione e il potere: gli anni Settanta tra fumetto, satira e politica”(BUR Rizzoli, 2009); “Stelle e strisce: gli Stati Uniti nelle strisce a fumetti, da Yellow Kid al New Yorker” (Odoya, 2016). Ha diretto la rivista «Fumo di China», le case editrici BD e Black Velvet, nonché l’etichetta The Box per Fandango. Ha lavorato come editor per Zanichelli, Panini comics, Mondadori (tra i volumi curati, la pubblicazione delle storie de “Il Commissario Spada” di G.L. Gonano e Gianni de Luca). Ha tradotto molti fumetti apparsi nel settimanale “il Giornalino” e il mensile “Super G” di San Paolo (Cedric, Yakarì, I 4 di Baker Street), i fumetti dei Puffi di Peyo e quelli dei Mumin di Tove Jansson, e i graphic novel “Griffo” di Jean-Patrick Manchette e Jacques Tardi, e “Gemma Bovary” di Posy Simmonds. Scrive di fumetti per la rivista Arte&dossier. E’ docente di scrittura creativa crime.  Casualmente, si è anche laureato in Fisica.

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteUN LAMPO NELL’OMBRA – SERGIO ROSSI
Prossimo articoloGRASPAROSSA NOIR 2019 – Spring Edition
Mi chiamo Laura Piva ed ho una doppia vita: di giorno faccio la farmacista in paesino del modenese e di sera mi trasformo in una serial reader. Da qualche tempo, la mia passione per la letteratura gialla e noir si è tramutata in un secondo lavoro e ho iniziato a collaborare con molti scrittori italiani nell’organizzazione di serate ed eventi. Sono inoltre autrice di racconti noir. Nel 2018, ho vinto il festival Garfagnana in Giallo-Barga Noir (Sezione racconti inediti) con "Killing Hosni" , pubblicato nell'Antologia Criminale 2018 delle Edizioni Tralerighe.