Editore: Marsilio
Pagine: 522
Genere: Thriller
Anno pubblicazione: 2014

La bizzarra Sezione Q della polizia di Copenhagen, specializzata in cold cases, riapre le indagini sulla sparizione di una donna di nome Rita avvenuta negli anni ’80 e si imbatte uno dei capitoli più imbarazzanti della storia della civilissima Danimarca: quello dell’isola di Sprogo in cui, negli anni ’50,  le donne ritenute mentalmente instabili, o semplicemente troppo ribelli per i  canoni dell’epoca, venivano confinate e sottoposte a sterilizzazione chirurgica, affinchè i loro geni “malati” non venissero perpetuati nelle generazioni future. La squadra dell’ispettore Carl Morck porta alla luce analogie con molti altri casi di persone scomparse. I sospetti si addensano su Nete, una donna che in gioventù era stata internata a Sprogo e su Curt Wad, ideologo inquietante e carismatico con posizioni molto vicine al neonazismo.

In questo quarto libro dedicato alla squadra più anticonformista della polizia danese si affrontano temi molto delicati,che vengono tuttavia stemperati efficacemente dalla vena umoristica dell’autore, che col personaggio di Assad e i suoi memorabili siparietti comici, riesce comunque sempre  a strappare un sorriso al lettore. Jussi Adler Olsen, tra il serio e il faceto, non risparmia qualche frecciatina velenosa al perbenismo della progressista socialdemocrazia danese che, nonostante le apparenze, ha diversi scheletri nell’armadio.

L’intreccio del romanzo è molto ben costruito. La storia scorre si su diversi binari temporali e si ricompone solo nel finale. Lo stile del romanzo è scorrevole anche se manca un po’ di pathos in alcuni punti. Pur interessante e di piacevole lettura, l’impressione generale è che, diversamente dai libri precedenti, questo romanzo abbia più le caratteristiche di un giallo che di un thriller.  Del resto, chi come me è oramai dipendente dai libri di questo autore non può esimersi dal leggere anche questo titolo che aggiunge qualche altro tassello alla storia di Assad, personaggio comprimario che infittisce sempre più il suo mistero in ogni capitolo della saga.

L’AUTORE

Jussi Adler-Olsen dopo aver svolto i lavori più vari, quali redattore di riviste e fumetti, coordinatore del movimento per la pace danese, caporedattore di settimanali e trasmissioni televisive, è oggi scrittore a tempo pieno. Con la serie della Sezione Q guidata da Carl Mørck, ha ottenuto un immenso successo di critica e pubblico, vendendo milioni di copie nel mondo. I suoi libri, in uscita in 36 paesi, hanno conseguito importanti riconoscimenti internazionali, dal Glasnyckelnal Barry Award.

Se vuoi esplorare la Copenhagen dei libri di Jussi Adler Olsen leggi il reportage di viaggio Copenhagen tra le righe… clicca i link sottostanti:

https://www.angolodellastrega.it/copenhagen-tra-le-righe-prima-parte/

Copenhagen tra le righe…seconda e ultima parte