Autore: Luigi Garlando

Editore: Solferino

Collana:Junior

Anno edizione:2018

In commercio dal : 27 settembre 2018

Pagine:249

Età di lettura: Da 10 anni

Alla Bruciata, la casa solitaria in cima alla collina, una cosa non è mai mancata: la libertà. Prima di tutto quella dello spirito, che brilla in quattro generazioni di donne; dalla bisnonna Redenta fino alla piccola di casa, Libera, passando per mamma Stella e nonna Rebecca. È quest’ultima, ex astrofisica, ad avere nel luglio del 1969 un’idea dirompente: coinvolgere il paesino di Sant’Elia del Fuoco nell’avventura del secolo, lo sbarco dell’uomo sulla luna con la missione Apollo 11. Tutto il mondo vedrà quelle immagini in televisione, perché non guardarle, capirle, emozionarsi insieme? Ma tra le posizioni antiscientifiche di don Fulgenzio e la maledizione che incombe sulla famiglia di «streghe» della Bruciata, anche solo radunare la gente in piazza, davanti a uno schermo, è una bella impresa. Nonna Rebecca non si dà per vinta e affronta lo scetticismo generale assieme ai più piccoli: Libera e i suoi tre amici, che si ritroveranno a «vestire i panni» degli astronauti… e della luna. Luigi Garlando ripercorre, con straordinaria ricchezza di dettagli storici e scientifici e un ritmo incalzante, l’evento che cambiò il posto dell’uomo nel cosmo. Ci restituisce intatto, nello sguardo dei ragazzi di allora, il senso di scoperta e di speranza che segnò un’epoca intera. Ci riporta a un tempo che ancora ci appartiene, per ricordarci fino a che punto siamo stati capaci di sognare, e quanto sia indispensabile continuare a farlo.

***

Una storia deliziosa, raccontata con garbo e delicatezza e adatta per tutta la famiglia.

Luigi Garlando crea una galleria di deliziosi e originalissimi personaggi femminili. La magia delle donne della “Bruciata” comincia dai loro nomi, che riflettono le aspirazioni delle loro madri, tutte, a loro modo, coraggiose e uniche. Cinque generazioni di donne in lotta con un contesto ostile, che si confrontano con un lutto o una mancanza pesante. Donne che, comunque, anche da sole ce la fanno alla grande.

Il romanzo è ambientato sul finire degli anni ’60. Anzi, per esattezza nel 1969 dato che tiene banco lo sbarco sulla luna. Un evento epocale, che in un immaginario paesino del Meridione sembra non interessare a nessuno, se non a un manipolo di persone che ruota intorno alle protagoniste: nonna Rebecca, professione astrofisica, e la nipotina Libera, figlia di una madre musicista Hippy errante.

Bellissima anche la versione audiolibro (edizioni Emons Audiolibri) in cui la bella voce di Alessandra Mastronardi esalta il punto di vista della bambina. L’audiobook è disponibile anche su Storytel.

Quando la luna ero io - Luigi Garlando

L’AUTORE

Giornalista di «La Gazzetta dello Sport», Luigi Garlando, milanese, classe 1962, da anni scrive libri per adulti e per ragazzi, sempre attento a raccontare storie di personaggi che hanno lasciato il segno. Con il Battello a Vapore ha pubblicato Mio papà scrive la guerra – vincitore del Premio Cento 2005 – e, nella serie Arancio, Da grande farò il calciatore e La vita è una bomba!
GOL! è diventata una delle serie di maggior successo del Battello a Vapore.
Con L‘estate che conobbi il Che (Rizzoli) ha vinto il Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2017, nello stesso anno pubblica Mister Napoleone (Il Battello a Vapore). Nel 2018 pubblica per Mondadori Il mestiere più bello del mondo: faccio il giornalista.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMEMORIE DI UN BOIA CHE AMAVA I FIORI – NICOLA LUCCHI
Prossimo articoloYOGA -EMMANUEL CARRERE
Laura Piva
Mi chiamo Laura Piva ed ho una doppia vita: di giorno faccio la farmacista in paesino del modenese e di sera mi trasformo in una serial reader. Da qualche tempo, la mia passione per la letteratura gialla e noir si è tramutata in un secondo lavoro e ho iniziato a collaborare con molti scrittori italiani nell’organizzazione di serate ed eventi. Da alcuni anni sono la direttrice artistica di Grasparossa Noir, una rassegna patrocinata dal Comune di Castelvetro di Modena che abbina eccellenze enogastronomiche e letterarie del nostro territorio. Sono inoltre autrice di racconti noir. Nel 2018, ho vinto il festival Garfagnana in Giallo-Barga Noir (Sezione racconti inediti) con "Killing Hosni" , pubblicato nell'Antologia Criminale 2018 delle Edizioni Tralerighe. Nel 2019, col racconto "Alone together" sono stata finalista allo stesso concorso e pubblicata nell'Antologia Criminale 2019. Nel 2020 mi sono classificata terza alla prima edizione di Lecce in Giallo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome