Emilia in Noir Libri Noir Italiano

REO CONFESSO – VALERIO VARESI

Autore: Valerio Varesi

Editore: Mondadori

Collana: Il giallo Mondadori

Genere: Giallo/Noir

Anno edizione:2021

In commercio dal:13 luglio 2021

Pagine:352

Quando Soneri, camminando per il parco della Cittadella della sua Parma, si avvicina a un uomo riverso su una panchina, per capire se è solo un barbone addormentato o se è qualcuno che sta male, certo non immagina che sta per cominciare una delle vicende più assurde e intricate di tutta la sua carriera. L’uomo, infatti, tal Roberto Ferrari, confessa a Soneri di aver appena compiuto un omicidio. Ha ucciso un promotore finanziario che lo aveva rovinato sperperando in affari illeciti e cocaina i risparmi di una vita, che Ferrari gli aveva affidato. Apparentemente, l’indagine più rapida della storia del commissario Soneri, anche perché Ferrari fornisce tutte le prove che servono a dimostrare la sua colpevolezza: c’è la vittima, c’è il movente, c’è il reo confesso. Ma Soneri non è uomo di carte, o di tecnologie, o di impronte digitali. È un uomo di intuito, e il suo intuito gli dice che c’è qualcosa che non torna, che in questa apparente semplicità c’è qualcosa di sospetto. Non immagina quanto ha ragione.

***

Difficile muovere critiche a uno come Valerio Varesi che, e lo dico senza tema di smentite, tra i tanti scrittori – e sedicenti tali – del panorama attuale, rappresenta sicuramente una delle voci narrative più autorevoli. Dietro alla sua scrittura perfetta, all’eloquio magnifico, ma mai pedante, c’è un intellettuale di spessore, che porta sulla carta e nei turbamenti emotivi dei suoi protagonisti i temi del nostro tempo.

L’autore emiliano, che riscuote molto successo oltralpe, è stato spesso paragonato dai “cugini ” francesi al prolifico George Simenon. Pur ritenendo la produzione letteraria di Valerio Varesi del tutto originale originale e affatto imitativa, leggendo questo ennesimo romanzo appartenente alla serie del commissario Soneri, ho finalmente capito il senso di questo paragone. Ho trovato infatti molte affinità “procedurali” nel modo in cui la trama del singolo romanzo e quella a lungo termine della serie si dipanano. Partirei proprio da quest’ultimo punto: il protagonista, l’ombroso Soneri, a ogni romanzo regala al lettore qualche brandello in più di sè e del suo passato. L’indagine che si trova a condurre smuove qualcosa di personale nella sua anima, e lui, con molta parsimonia condivide le sue emozioni col lettore, che viene come risucchiato nel gorgo dei suoi tormenti, dei suoi demoni, delle sue insicurezze.

Nel romanzo, le scene d’azione sono praticamente assenti. Tra Soneri e il suo antagonista si gioca una lunga ed estenuante partita a scacchi in cui il commissario si sente perennemente in svantaggio. Ma anche quando le cose si ribalteranno a suo favore, Soneri sentirà comunque di dover pagare un prezzo molto alto. Il confine morale tra Giusto e Sbagliato dovrà essere riposizionato più volte dal lettore, così come il ruolo di vittima o carnefice. Mano a mano che si procede nella lettura, si genera una sensazione sempre più perturbante e che mette continuamente in discussione i punti di riferimento acquisiti.

I personaggi che interagiscono con il commissario sono trincerati dietro un muro di impenetrabile ambiguità: come sfingi che, solo all’ultimo svelano il proprio mistero e che, per tutto il romanzo agiscono da “sparring partners” in un’interminabile disputa filosofica.

Molto bella anche l’ambientazione in una Parma a tinte noir che, con i suoi scorci e i suoi sapori sinceri, diventa un tutt’uno con i personaggi. A rendere tutto più attuale e più veritiero, il Covid 19 che irrompe sulla scena e inizia a fare paura.

L’AUTORE

Valerio Varesi vince in Francia il Prix Violeta Negra - Libri - Blog -  Parma - Repubblica.it

Valerio Varesi, nato a Torino nel 1959, vive a Parma e lavora nella redazione de «La Repubblica» di Bologna. Romanziere eclettico, è il creatore del commissario Soneri, protagonista dei polizieschi che hanno ispirato le tre serie televisive Nebbie e delitti con Luca Barbareschi. I romanzi del commissario Soneri sono stati tradotti in tutto il mondo. Varesi ha inoltre pubblicato per Frassinelli La presenza e Il rivoluzionario, con cui ha iniziato una propria personale ricognizione della Storia. Lo stato di ebbrezza conclude questo percorso, arrivando fino ai giorni nostri.

Leave feedback about this

  • Quality
  • Price
  • Service

PROS

+
Add Field

CONS

+
Add Field
Choose Image
Choose Video