Editore: Piemme
Anno di pubblicazione 2018
Genere: Thriller

Pagine: 324

Il brutale omicidio di Claudia Longo, single cinquantenne, nell’esclusivo quartiere Parioli, a Roma, sembra opera di un amante occasionale. Uno dei tanti che la donna era solita ospitare in casa. L’unica a non pensarla così è il commissario Laura Damiani, tornata nella capitale dopo una devastante esperienza lavorativa a Milano. La poliziotta scopre delle connessioni fra quell’omicidio e le morti, apparentemente accidentali, di altre donne sole. Le vittime erano tutte clienti di un raffinato locale per incontri, nel quartiere Eur, il Single. L’unico modo che Laura ha per vederci chiaro è infiltrarsi nel locale, come cliente, all’insaputa dei suoi superiori. Sarà l’inizio di un viaggio allucinante nei misteri di una vita notturna fatta di trasgressione, vizio, segreti innominabili. Laura avrà l’occasione di guardare dentro se stessa e misurarsi con la propria solitudine e i fantasmi di una esistenza perennemente al bivio fra la totale dedizione al lavoro e la scelta di una vita personale più appagante. Ma dovrà fare i conti anche con un’altra realtà: c’è ancora un assassino in circolazione. E il suo prossimo obiettivo sembra essere proprio lei…

In questo suo nuovo lavoro, l’autore abruzzese scandaglia con grande delicatezza gli abissi della solitudine e della disillusione. Ogni personaggio diventa protagonista di una storia nella storia e mette a nudo i suoi demoni: il risultato è un romanzo intensissimo e in cui la tensione non cede mai il passo a uno sviluppo scontato della trama.

Tanti i temi di grande attualità sviluppati nel racconto: l’ossessione per la chirurgia estetica e l’immagine, lo stalking, l’omosessualità, la corruzione morale e materiale della res publica, il degrado delle periferie metropolitane.

Il commissario Laura Damiani, indagando sulla vicenda delle donne uccise, viene quasi messa all’angolo dallo spettro della solitudine. Le vite delle vittime, in fondo,  non sono altro che specchi e proiezioni della sua, in cui tutto viene fagocitato dall’impegno lavorativo.

La storia del personaggio di Andy Lovato, liberamente ispirata alla vicenda del cantante Danny Losito che, a dispetto di un grande talento e di una enorme popolarità iniziale, ha avuto alterne fortune nello shobiz , mette in luce un fenomeno molto attuale: la fugacità del successo, in un mondo in cui gli idoli del giorno passano rapidamente dalla sovraesposizione mediatica a un rapido e definitivo oblio. La disillusione provocata da questi cambiamenti radicali di stile di vita, somiglia a quella con cui, per altre ragioni,  si trovano a fare i conti altri personaggi del libro, in primis quello di Claudia, che non si rassegna alla senescenza incombente e insegue la bellezza perduta facendosi prendere in giro da giovani amanti e sottoponendosi a continui e costosi ritocchi estetici.

Se la notte ti cerca è un ottimo romanzo e merita sicuramente di essere letto per tanti motivi: per la profondità dei personaggi, per l’originalità delle storie che si intrecciano nel plot, per lo stile impattante, per l’ambientazione nella Roma decadente dei giorni nostri, per la tensione che accompagna il lettore fino all’ultima pagina.

Inoltre, vorrei aggiungere che Romano de Marco non è solo un ottimo scrittore, ma è anche un grande uomo. Lo testimonia la toccante dedica a Tiziana, sua affezionata lettrice scomparsa tragicamente nel 2017.

 

L’AUTORE